Una testimonianza allucinante: “Il mio inferno nel pronto soccorso tra disumanità e burocrazia”

 

pronto soccorso

 

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

.

 

Una testimonianza allucinante: “Il mio inferno nel pronto soccorso tra disumanità e burocrazia”

Il mio inferno nel pronto soccorso tra disumanità e burocrazia

Una brutta caduta e il racconto di una giornata in ospedale allucinante e dove sono accadute molte cose poco simpatiche

Una giornata alluncinante al pronto soccorso, dopo un banale incidente.
La racconto così, come l’ho vissuta.

Coccige rotto dopo una caduta fatta in campagna, esattamente su una radice di albero.
A parte la sfortuna il vero inferno inizia al pronto soccorso.
-Dopo aver spiegato anche in curdo che non potevo sedermi perché a farmi male era proprio il sedere, mi hanno rifilato una sedia “se no, stia in piedi”. Aaaa????
-Alla fine dopo aver vomitato per il dolore una volontaria mi procura un lettino, arriva l’infermiera “no, no, no, lei mica può aspettare distesa, si alzi subito”.
Nel frattempo una signora anziana vicino a me chiede aiuto: “Infermiera sto per svenire”. “E se sviene che problema c’è? Tanto è coricata”.
Un’altra signora anziana implora “Infermiera la prego devo fare la pipì, mi porti in bagno”. “Ora non posso”. Poi la vedi dopo 10minuti a fine turno uscire tranquilla per tornarsene a casa. E la signora che poteva essere mia nonna, pisciata addosso da sola.
Poi anche io imploro: “Ho bisogno di mangiare sono a digiuno dalle 9.00 del mattino. Posso farmi passare del cibo dalla sala da attesa?”. “Assolutamente no”.
Praticamente se sopravvivi ti uccide la loro ‘estrema gentilezza’.
A proposito, senza la Vera gentilezza, la preparazione, l’energia dei volontari questo sistema pubblico crollerebbe come un castello di sabbia. E non tanto per i pochi soldi ma per la miseria umana di troppi che ci lavorano.
Oggi mi sono sentita un peso. Mi sono sentita umiliata e colpevole di stare male. Me ne torno a casa con un magone e un senso di rabbia per gli anziani che al contrario mio non possono mandarla a fanculo questa gente arida e priva di umanità.

ps: so perfettamente che in tanti ospedali medici e infermieri non si risparmiano e non voglio generalizzare. Ma è altrettanto vero che quello che è capitato a me capita tutti i giorni in tanti posti.

di Fiorella Atzei

tratto da: http://www.globalist.it/news/articolo/2018/04/29/il-mio-inferno-nel-pronto-soccorso-tra-disumanita-e-burocrazia-2023448.html

Una testimonianza allucinante: “Il mio inferno nel pronto soccorso tra disumanità e burocrazia”ultima modifica: 2018-04-29T22:49:33+02:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento