Topi invadono la metro di Londra. È l’ultima opera di Bansky che prende di mira chi non indossa la mascherina

 

 

Bansky

 

 

.

 

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

.

Topi invadono la metro di Londra. È l’ultima opera di Bansky che prende di mira chi non indossa la mascherina

Anche Bansky è sensibile al tema coronavirus e all’importanza di indossare le mascherine per limitare i contagi, almeno così si evince dalla sua ultima opera “apparsa” nella metro di Londra e annunciata dallo street artist nel suo profilo poche ore fa.

Su Instagram Bansky ha reso noto a tutti i suoi fan che nella metro di Londra troveranno una serie di topolini un po’ indisciplinati rispetto alle varie misure di sicurezza necessarie a causa della pandemia: sanificazione delle mani, mascherine e distanza di sicurezza.

Nel video pubblicato dal noto e misterioso street artist si vede lui stesso, completamente coperto e vestito da addetto alla sanificazione, entrare nei vagoni della metro per mettere a punto la sua ultima opera.

“If you don’t mask – you don’t get” scrive Bansky.

 

Chiara è stavolta la polemica dell’artista nei confronti di quelle persone che non seguono le regole per evitare il contagio.

I topi, infatti, all’interno dei vagoni della metro si danno alla pazza gioia, saltano, starnutiscono, usano le mascherine come paracadute, insomma non sono affatto rispettosi delle regole anti covid-19.

Il video si conclude con una chicca: la celebre canzone dei Chumbawamba, Tubthumping, riadattata perfettamente a questo momento storico: “I get lockdown, but I I get up again“, ossia “Sono stato in lockdown, ma mi alzo di nuovo“.

Non è la prima volta che Bansky crea qualcosa a tema coronavirus. Vi avevamo già parlato del suo omaggio dedicato a tutti sanitari in prima linea negli ospedali.

 

Topi invadono la metro di Londra. È l’ultima opera di Bansky che prende di mira chi non indossa la mascherinaultima modifica: 2020-07-14T22:52:43+02:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento