È polemica sul sul Plaquenil: Alessandro Meluzzi “Salva la vita dal coronavirus. Ma non lo usano perché costa troppo poco”

 

Coronavirus

 

.

 

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

È polemica sul sul Plaquenil: Alessandro Meluzzi “Salva la vita dal coronavirus. Ma non lo usano perché costa troppo poco”

La discussione negli ultimi giorni sul coronavirus ruota tutta attorno al Plaquenil, il farmaco testato da Roberto Burioni per la cura dell’epidemia. A sostenere i suoi benefici anche Alessandro Meluzzi che, ospite a Stasera Italia, spiega: “Ricordatevi che c’è un farmaco, che costa solo sei euro a scatola, che è un salvavita formidabile. E questo è ormai accreditato, questo l’ho saputo dagli amici russi di criminologia due mesi fa, i francesi lo stanno utilizzando – ammette lo psichiatra criminologo -. Qui lo si utilizza poco, inseguendo altre vie, perché costa troppo poco. Perché è un farmaco fuori mercato. Ed è l’idrossiclorochina, lo sapete tutti. È un farmaco comprovatamente efficace che costa niente. Questa sarà una delle poche ragioni per cui non sarà propagandato. Ma io mi assumo la responsabilità di dirlo a 60 milioni di persone”.

Cosa è il Plaquenil

Il Plaquenil, medicinale antimalarico utilizzato nel passato e testato nel 2005 anche sulla Sars, ha avuto effetti positivi durante le sperimentazioni all’ospedale San Raffaele di Milano. Eppure, come spiega lo stesso virologo Burioni, bisogna andarci piano: “I dati di laboratorio sull’efficacia del Plaquenil sono un punto di partenza e non un punto di arrivo. In mancanza di studi clinici è sbagliato assumere questo farmaco, anche perché poi non è disponibile per chi ne ha davvero bisogno” ha liquidato così la questione.

Burioni: “Sbagliato assumere il Plaquenil”

Burioni non ritiene il farmaco utile – Come spiega lo stesso virologo Burioni, bisogna andarci piano: “I dati di laboratorio sull’efficacia del Plaquenil sono un punto di partenza e non un punto di arrivo. In mancanza di studi clinici è sbagliato assumere questo farmaco, anche perché poi non è disponibile per chi ne ha davvero bisogno”.

Secondo uno studio di laboratorio condotto su cellule presso il laboratorio di virologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano, come spiega Burioni sul sito Medical Facts, l’idrossiclorochina sembra riuscire a bloccare la replicazione del virus “se usato prima e dopo l’infezione”. L’efficacia di questa terapia, però, spiega su Medical Facts Burioni, “non è ancora chiara e non sono chiari i meccanismi attraverso i quali il Plaquenil infastidisce la replicazione virale”. Quindi, “non correte a comprarlo e non assumetelo di testa vostra: mentre l’efficacia non è ancora certa, gli effetti collaterali del farmaco sono possibili”.

 

 

È polemica sul sul Plaquenil: Alessandro Meluzzi “Salva la vita dal coronavirus. Ma non lo usano perché costa troppo poco”ultima modifica: 2020-04-01T19:59:13+02:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento