Coronavirus, Marcello Lippi: “In Cina chi è scappato dalle zone rosse l’hanno giustiziato”

 

Marcello Lippi

 

.

 

 

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

 

.

 

Coronavirus, Marcello Lippi: “In Cina chi è scappato dalle zone rosse l’hanno giustiziato”

 

“Mi dicono che le cose stanno migliorando molto in Cina. Hanno affrontato la questione con grande decisione e severità. Qui ho sentito dire che una persona contagiata è scappata dalla zona rossa per andare a sciare, si è fatta male e l’hanno curata. Lì chi è scappato dalle zone rosse è stato giustiziato, sono molto più severi nel far rispettare le leggi”.

Marcello Lippi, ex ct della Cina, a 90esimo minuto risponde così alle domande sull’epidemia di coronavirus. In Cina

“hanno medici e scienziati importanti, stanno trovando la maniera di uscirne. Le cose stanno migliorando, aumentano molto i guariti. Probabilmente riprenderanno il campionato a metà aprile”, aggiunge.

“È il momento di prendere decisioni importanti. Da sportivo mi sento di dire al ministro che per i calciatori è quasi impossibile che non si abbraccino dopo un gol. Penso che il campionato verrà fermato, ed è anche giusto farlo. Fermare il calcio, però, significa non solo fermare il campionato ma anche non fare allenare le squadre. Poi dovrebbe fermarsi anche tutto il resto”

Un po’ severi i Cinesi, che dite?

Però, intanto, loro sono sulla buona strada per avere la meglio sull’epidemia…

Ma da noi cosa rischia chi fugge dalla zona rossa? Poco più che un po’ di solletico:

La pena prevista per chi scappa dalla quarantena è quella prevista in via generale dall’articolo 650 del Codice penale, che stabilisce nell’arresto fino a tre mesi o nell’ammenda fino a 206 euro la sanzione per l’inosservanza di un provvedimento di un’autorità. Salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave quale quella prevista dall’articolo 452 del Codice penale (delitti colposi contro la salute pubblica che persegue tutte le condotte idonee a produrre un pericolo per la salute pubblica)”…

Insomma, come di consuetudine nel nostro Paese, la pena è pressoché nulla…

Coronavirus, Marcello Lippi: “In Cina chi è scappato dalle zone rosse l’hanno giustiziato”ultima modifica: 2020-03-09T20:16:32+01:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento