Tra 2015 e 2017 10 case farmaceutiche hanno versato nelle tasche dei medici italiani la bellezza di oltre 163 milioni di Euro… Se il tuo medico ti prescrive un farmaco molto probabilmente non è quello che ti farà stare meglio, ma quello che gli farà guadagnare di più…!

 

Medici

 

 

.

 

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

 

.

 

 

 

Tra 2015 e 2017 10 case farmaceutiche hanno versato nelle tasche dei medici italiani la bellezza di oltre 163 milioni di Euro… Se il tuo medico ti prescrive un farmaco molto probabilmente non è quello che ti farà stare meglio, ma quello che gli farà guadagnare di più…!

 

 

“Tra il 2015 e il 2017 le principali 10 case farmaceutiche operanti in Italia hanno versato nelle tasche dei medici italiani la bellezza di oltre 163 milioni di euro attraverso finanziamenti e sussidi di vario tipo”. Lo denuncia oggi il Codaconsche ha realizzato un apposito report sulla base dei dati ufficiali. Secondo i numeri che emergono dallo studio dell’associazione, “32.623 tra medici, fondazioni e ospedali, hanno complessivamente percepito in Italia 163.664.432,70 euro nel periodo compreso tra il 2015 e il 2017.

Quali sono le aziende che finanziano i medici

Soldi versati dalle aziende Abbvie, Almirall, Merck, Msd, Hospira, Pfizer, Pfizer Italia, Pierre Fabre Pharma, Pierre Fabre Italia, GlaxoSmithKline a titolo di accordi di sponsorizzazione, donazioni, viaggi, quote di iscrizione, corrispettivi e consulenze, ecc”. Finanziamenti “che ora finiscono all’attenzione dell’Autorità Anticorruzione, attraverso un esposto dell’associazione – annuncia il Codacons – in cui si chiede di aprire una istruttoria sul caso e verificare la piena correttezza delle sovvenzioni, alla luce della possibile violazione del Codice di Deontologia medica”.

Il precedente di una rivista medica Usa

A supportare le tesi dell’associazione, nell’esposto viene citato un recentissimo studio pubblicato in data 08.02.2019 sulla rivista americana “The Oncologist” che ha analizzato la relazione tra le somme ricevute dai medici da parte delle case farmaceutiche per consulti, viaggi o ad altro titolo, e le prescrizioni degli stessi medici relative ai farmaci prodotti dalle case farmaceutiche che avevano erogato tali somme. I risultati della ricerca hanno evidenziato l’aumento delle prescrizioni in favore di farmaci prodotti dalle aziende farmaceutiche che avevano erogato i finanziamenti in questione. In particolare – secondo la rivista “The Oncologist” – si è assistito ad un incremento di prescrizioni per il trattamento di quattro diverse tipologie di cancro (carcinoma prostatico, carcinoma renale, carcinoma polmonare e leucemia mieloide cronica).

Elenco integrale del Codacons del triennio passato

Per tale motivo a partire da oggi sul sito dell’associazione è stato pubblicato l’elenco integrale suddiviso per comune dei 32.623 medici italiani, fondazioni e ospedali che nel triennio hanno percepito soldi dall’industria del farmaco, affinché ogni cittadino possa verificare in modo autonomo i rapporti tra il proprio medico e le aziende farmaceutiche.

La richiesta del Codacons alla Fnomceo

Il Codacons rinnova la richiesta agli Ordini dei medici provinciali di imporre a tutti i camici bianchi l’obbligo di indicare all’interno degli studi medici i rapporti intercorrenti con le aziende produttrici di farmaci, al fine di garantire massima trasparenza ai propri pazienti, e chiede alle Asl e alla Guardia di Finanza di verificare tutte le prescrizioni erogate dai medici inseriti nel report, accertando eventuali squilibri a favore delle aziende finanziatrici.

 

…………………………

 

ECCO LA LISTA DEI MEDICI ITALIANI E DELLE FONDAZIONI, UNIVERSITÀ FINANZIATI DALLE CASE FARMACEUTICHE NEL 2015, 2016 E 2017

Il Codacons ha deciso di pubblicare la lista dei medici italiani e delle fondazioni/università/istituti finanziati dalle case farmaceutiche Abbvie, Almirall, Merck, Msd, Hospira, Pfizer, Pfizer Italia, Pierre Fabre Pharma, Pierre Fabre Italia, GlaxoSmithKline, così come diffuso dalla EFPIA.

IL CODICE EFPIA

La EFPIA (European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations) è infatti un’associazione delle industrie farmaceutiche, con una rappresentanza diretta di 33 associazioni nazionali e 40 case farmaceutiche leader, caratterizzata da forte accento sulla trasparenza che richiede ai propri affiliati. Il Codice EFPIA sulla Trasparenza (titolo completo: EFPIA disclosure code of transfers of value from pharmaceutical companies to healthcare professionals and healthcare organizations – Codice EFPIA sulla trasparenza dei trasferimenti di valore da aziende farmaceutiche a operatori sanitari e organizzazioni sanitarie) è l’impegno volontario richiesto a tutte le aziende che fanno parte dell’EFPIA, a divulgare i trasferimenti di valore a Operatori Sanitari e Organizzazioni Sanitarie. È proprio per rispondere a questa richiesta che le varie case farmaceutiche hanno reso pubblici, fra le altre cose, anche gli elenchi dei medici italiani che nel 2015/2016/2017 hanno ricevuto finanziamenti (a titolo di servizi, consulenze, eventi vari).

TRASPARENZA PER I CITTADINI/PAZIENTI

L’iniziativa dell’Associazione ha lo scopo di garantire piena trasparenza ai cittadini i quali, quando si rivolgono a un medico (o un’Organizzazione Sanitaria) e si vedono prescritte ricette per l’acquisto di farmaci, devono poter conoscere i rapporti esistenti tra lo stesso professionista e le aziende che producono i medicinali prescritti. Sempre in favore della trasparenza, sarebbe anche opportuno che i cittadini conoscessero quanti e quali farmaci prodotti dalle varie case farmaceutiche siano stati prescritti dai medici finanziati dalle società medesime.

Riteniamo infatti che solo una piena trasparenza possa fornire un’immagine corretta del rapporto tra case farmaceutiche e operatori sanitari. In questo modo si favorisce, incoraggia e incentiva un corretto rapporto medico-paziente, fondato su fiducia ed empatia: elemento basilare per qualsiasi Sistema Sanitario efficiente ed efficace.

 

I TRASFERIMENTI DI VALORE

Il Codacons ha raccolto i dati di 10 case farmaceutiche:

  1. Abbvie;
  2. Almirall;
  3. Merck;
  4. Msd;
  5. Hospira;
  6. Pfizer;
  7. Pfizer Italia;
  8. Pierre Fabre Pharma;
  9. Pierre Fabre Italia;
  10. GlaxoSmithKline.

Questi dati – precedentemente separati e difficilmente fruibili da parte dei cittadini – sono stati riuniti in un unico database, immediato e di semplice lettura, dove tutti gli interessati possono navigare seguendo in alternativa:

  • L’ordine alfabetico dei nomi;
  • Oppure, l’ordine alfabetico dei Comuni di attività dei professionisti sanitari.

Nei report sono elencati i trasferimenti di valore nei confronti di Operatori Sanitari (HCP) e Organizzazioni Sanitarie (Università, Fondazioni e Aziende Ospedaliere, HCO).

Per le note metodologiche consultare le linee-guida EFPIA.

ANCHE NEL MIO COMUNE?

Per verificare se anche nel tuo Comune operano/hanno operato medici finanziati da queste aziende farmaceutiche, così come diffuso dalla EFPIA, clicca qui.

A seconda del programma utilizzato per leggere il file .pdf, è possibile utilizzare il tasto “cerca” per individuare (o meno) il proprio Comune.

PER ADERIRE

Per iscriverti all’Associazione e visualizzare la lista completa dei trasferimenti di valore tra aziende farmaceutiche e Operatori Sanitari/Organizzazioni Sanitarie clicca qui.

L’iscrizione avviene tramite l’invio di un sms al numero 4892892 con il testo 203 codacons 2018 al costo onnicomprensivo di € 2,03.

L’Associazione riserva agli iscritti l’accesso agli elenchi per accrescere la sensibilità e la cultura consumerista dei cittadini e per compensare – almeno in parte – l’enorme lavoro di ricerca, elaborazione e sistemazione degli elenchi. Inoltre, il costo di iscrizione verrà in parte destinato:

– alla campagna sociale in favore dell’Associazione Mary Poppins www.assomarypoppins.it che si occupa dei bambini ricoverati nel reparto di oncologia del Policlinico Umberto I di Roma;

– all’Istituto Internazionale di Scienze Mediche Antropologiche e Sociali I.I.S.M.A.S. www.iismas.it attivo nel campo della ricerca medica a favore delle popolazioni più povere dell’Africa, dell’America Latina e del Sud-Est asiatico.

Procedendo, sarai reindirizzato a una pagina dedicata, dove potrai visualizzare i report completi.


I materiali pubblicati sono stati attentamente vagliati e analizzati, e sono stati elaborati con la massima cura. In ogni caso errori, inesattezze e omissioni sono possibili. L’Associazione fin da subito si impegna a rettificare i dati in caso di trascrizioni erronee o inesatte: per chiedere una rettifica, scrivi a info@codacons.it.


È possibile ottenere ulteriori informazioni riguardo l’iniziativa contattando il Numero Unico Codacons 892.007 (qui i costi): gli operatori dell’Associazione forniranno ogni elemento utile per approfondire la vicenda legale e forniranno la loro consulenza ai cittadini interessati.

 

fonte Codacons

Tra 2015 e 2017 10 case farmaceutiche hanno versato nelle tasche dei medici italiani la bellezza di oltre 163 milioni di Euro… Se il tuo medico ti prescrive un farmaco molto probabilmente non è quello che ti farà stare meglio, ma quello che gli farà guadagnare di più…!ultima modifica: 2019-03-16T20:09:36+01:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento