Da una geniale idea di un giovane designer napoletano, ecco “scorz” il rifugio di cartone portatile e monouso per proteggere i clochard dal freddo… “una carezza per lenire e riscaldare le notti all’addiaccio”

clochard

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

Da una geniale idea di un giovane designer napoletano, ecco “scorz” il rifugio di cartone portatile e monouso per proteggere i clochard dal freddo… “una carezza per lenire e riscaldare le notti all’addiaccio”

Una “scorz” (“scorza” in napoletano) di cartone per proteggere i clochard dal freddo – L’idea di un designer napoletano realizzata in collaborazione con un gruppo di amici e una ditta di Nocera Superiore. I primi rifugi già distribuiti in strada pochi giorni fa…

Una «scorz» di cartone, anti-vento e impermeabile, che non vuole essere una casetta ma un rifugio temporaneo, una carezza per lenire, e riscaldare, le notti all’addiaccio. È l’idea di Napoli 2035, il progetto solidale nato dall’idea di un giovane designer napoletano, il trentenne Giuseppe D’Alessandro, che, insieme a un gruppo di amici e all’azienda «Formaperta» di Nocera Superiore ha prodotto un prototipo realizzato durante un periodo di volontariato e studio a Berlino, dove si è occupato di assistenza ai clochard. Il cartone ondulato di alta qualità è diventato così una «scorz» di protezione per chi dorme in strada, a Napoli. Prima però, spiega D’Alessandro sul blog mariellaromano.com, che racconta l’iniziativa, «ci siamo confrontati con i senza fissa dimora ai quali abbiamo chiesto, per una forma di rispetto, se avessero piacere ad andarci a dormire di notte». La risposta è stata positiva e così le prime «scorz» sono state distribuite all’Epifania sotto i portici della Galleria Umberto I al centro di Napoli, dove abitualmente dormono alcuni clochard.

 

 

 

Da una geniale idea di un giovane designer napoletano, ecco “scorz” il rifugio di cartone portatile e monouso per proteggere i clochard dal freddo… “una carezza per lenire e riscaldare le notti all’addiaccio”ultima modifica: 2019-01-12T20:40:49+01:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento