Tra 20 anni si userà ancora il cemento? No, si userà il legno

 

cemento

 

 

 

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

Tra 20 anni si userà ancora il cemento? No, si userà il legno

 

Tra vent’anni si userà ancora il cemento? No, si userà il legno, o meglio il lamellare. Che è un materiale leggero, flessibile, riciclabile, rinnovabi­le, sicuro e con il minimo impatto sull’ambiente.

Case in legno: ecosostenibili, versatili, sicure, economiche

Sarà il legno, infatti, secondo molti architetti e ingegneri, il materiale del futuro per le costruzioni, al punto che alcuni degli studi d’architettura più all’avanguardia stanno promuovendo ad ogni latitudine progetti di grattacieli realizzati in legno. Il futuro dell’edilizia passa da qui.

La superficie boschiva italiana è pari a circa 8,8 milioni di ettari e, potenzialmente, è in grado di produrre ogni anno circa 90 milioni di metri cubi di legname, di cui la metà adatta alla realizzazione di materiale da costruzione.

L’edilizia in legno italiana risulta attualmente al quarto posto a livello europeo con una quota di mercato pari al (8,4%) e rimanendo dietro solo a mercati consolidati come quello della Germania (25,4%), Regno Unito (19,2%) e Svezia (15,6%).

Edilizia responsabile del 50% dei consumi energetici

Il settore dell’edilizia, oggi, è responsabile della metà dei consumi energetici di tutta Europa. Numeri giganteschi che nei prossimi anni potrebbero addirittura crescere.

Si calcola che ogni metro cubo di legno utilizzato, in sostituzione di un altro materiale da costruzione, riduce le emissioni di CO2 nell’atmosfera di 1,1 tonnellate di CO2 in media.

Il bambù, ad esempio, dura mille anni, il cemento cento, così si può mischiare il bambù col cemento dimezzandone la quantità, e diminuendo della metà le emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Un cambiamento rivoluzionario

Meglio dimenti­carsi di quel cemento armato che rende tutto meno elastico e più vulnerabile.

Il futuro passa attraverso l’innovazione e la ricerca. Bisogna coinvolgere architetti, ingegneri, artigiani e specialisti che hanno la voglia e la libertà di cambiare il mondo in cui viviamo.

Dobbiamo aspettare questo fantomatico futuro per avere abitazioni realizzate con materiali completamente privi di sostanze chimiche nocive, che possano ridurre al minimo gli sprechi, essere comode e sicure anche per gli anziani e infine più resistenti ai disastri naturali?

Mi stupisco perché il tutto sarebbe già attuabile da adesso.

 

tratto da: http://uomoqualunque.net/2018/07/case-in-legno-futuro-delledilizia/

Tra 20 anni si userà ancora il cemento? No, si userà il legnoultima modifica: 2018-09-01T17:36:16+02:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento