Lo Stato dei fessi – Come regala tesori ai privati – Autostrade: ai concessionari garantito il 7% allo Stato solo il 2,4% – Spiagge: i lidi fruttano 10 miliardi ma il governo incassa solo 100 milioni. Acqua: ogni euro di canone versato le aziende ne incassano 191…!

 

Stato

 

 

 

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

Lo Stato dei fessi – Come regala tesori ai privati – Autostrade: ai concessionari garantito il 7% allo Stato solo il 2,4% – Spiagge: i lidi fruttano 10 miliardi ma il governo incassa solo 100 milioni. Acqua: ogni euro di canone versato le aziende ne incassano 191…!

 

Autostrade, spiagge e acqua: quanto guadagna il privato sui beni pubblici

Bene pubblico, affare privato. Sulle concessioni per la gestione di autostrade, l’affidamento di spiagge e lo sfruttamento delle acque minerali le aziende incassano miliardi mentre allo Stato vanno le briciole.

Autostrade: ai Benetton il 7% garantito, allo Stato il 2,4%

Il segreto di Pulcinella si dirà ma basta mettere in fila qualche cifra e il totale fa davvero impallidire. Partiamo dalle autostrade, tema scottante di questo giorni. Dopo la pubblicazione della concessione alla società Atlantia, i cui azionisti di maggioranza è la famiglia Benetton, che controlla Autostrade per l’Italia è emerso che al privato è assicurato il 6,85% netto mentre allo Stato va solo il 2,4% dei pedaggi incassati dal gestore.

Spiagge: ai balneari 10 miliardi, al governo 100 milioni

La sabbia sarà anche color oro, ma gli affari veri li fanno soltanto i privati. Che si tratti di stabilimenti balneari o di ristoranti e bar sulla spiaggia, il ritornello è sempre lo stesso da decenni: una concessione è per sempre, costa poco e rende moltis-simo. Non per lo Stato, però, che dalle circa 28mila concessioni demaniali sulle coste italiane, 12mila delle quali per stabilimenti balneari, incassa ogni anno poco più di 100 milioni di euro (103 milioni e poco più nel 2016). Una cifra ridicola considerato che il volume d’affari del settore, secondo alcune stime, si aggira fra i 10 e 15 miliardi di euro.

Acqua minerale: ogni euro di canone, Nestlé & Co. ne incassano 191

“Per ogni euro speso in canoni di concessione” le società proprietarie delle acque minerali realizzano “191,35 euro in ricavi dalle vendite”. Insomma un grande affare ma non per le casse pubbliche bensì per quelle private.
Ad accertare l’evidente sproporzione non è una Ong né un’associazione ambientalista ma il Mef, il ministero dell’Economia e Finanze che per la prima volta pubblica un report (dati 2015) “dedicato allo sfruttamento delle acque minerali e termali”. In soldoni l’incasso totale per le amministrazioni locali (18,4 milioni) corrisponde allo 0,68% del fatturato del settore dell’imbottigliamento delle acque minerali, pari a 2,7 miliardi nel 2015.
Di seguito riportiamo la tabella con i ricavi realizzati dai principali marchi:
Come si evince in testa alla classifica c’è acqua Lete che per ogni euro pagato in concessione ne ricava 312, seguita dalla Ferrarelle (280 euro) e dalla San Pellegrino (gruppo Nestlé) con 268 euro. Chi “incassa” di meno invece la Società italiana acque minerali (marchi: Misia, Lieve, Rugiada, Viva), seguita da Norda-Gaudianello-Sangemini con 78 euro e da Rocchetta-Uliveto con 81 euro.
fonte: https://ilsalvagente.it/2018/08/28/autostrade-spiagge-e-acqua-quanto-guadagna-il-privato-sui-beni-pubblici/40059/

 

Lo Stato dei fessi – Come regala tesori ai privati – Autostrade: ai concessionari garantito il 7% allo Stato solo il 2,4% – Spiagge: i lidi fruttano 10 miliardi ma il governo incassa solo 100 milioni. Acqua: ogni euro di canone versato le aziende ne incassano 191…!ultima modifica: 2018-08-28T21:56:18+02:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento