Alla faccia del CONFLITTO di INTERESSI: Quelli che hanno elaborato il Piano di Prevenzione Nazionale Vaccinale 2017-2019 sono finanziati dai produttori di vaccini! E qualcuno si meraviglia che siamo l’unico Paese al mondo che ha 12 vaccini obbligatori?

 

CONFLITTO di INTERESSI

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

Alla faccia del CONFLITTO di INTERESSI: Quelli che hanno elaborato il Piano di Prevenzione Nazionale Vaccinale 2017-2019 sono finanziati dai produttori di vaccini! E qualcuno si meraviglia che siamo l’unico Paese al mondo che ha 12 vaccini obbligatori?

 

Sui vaccini presunto conflitto d’interesse

Chi produce #vaccini finanzia le società che hanno elaborato il Piano di Prevenzione Nazionale Vaccinale 2017-2019. E’ questo che è emerso dal servizio de “La Gabbia Open” andato in onda su “La 7″ il 31 maggio scorso. Al Congresso di Pediatria tenutosi a Napoli dal 29/05 al 01/06, i medici partecipanti erano ovviamente interessati a conoscere le promozioni dei farmaci (presenti nei vari padiglioni delle aziende produttrici), da prescrivere ai propri pazienti. Fra le case farmaceutiche presenti [VIDEO], c’erano anche quelle creatrici di vaccini come i colossi internazionali Merck e Pfizer. Dalle indagini, è stato scoperto che essi hanno contribuito al finanziamento (cifre vicine ai 100.000 euro) di chi ha varato il suddetto Piano di Prevenzione Nazionale del Ministero della Salute, ovvero le quattro più importanti associazioni mediche italiane, fra cui c’è anche la Sip (Società Italiana di Pediatria).

Il quadro creatosi ha fatto così scattare l’allarme del possibile conflitto d’interessi tra chi produce i vaccini e appunto le associazioni mediche, perchè chi li fabbrica ha finanziato chi dovrebbe lanciarli sul mercato.

Per Alberto Villani (Presidente Sip), non c’è niente di strano

«Non c’è niente di cui nascondersi o vergognarsi in tutto questo», ha affermato ai microfoni il Presidente della Sip, Alberto Villani, «Anzi le partnership dovrebbero essere rinvigorite. Conflitto d’interessi? Per quale motivo un’azienda non dovrebbe contribuire? Promuovere un prodotto non significa promuovere qualcosa che non va. Ed il discorso sui vaccini, non è assolutamente da pensare che sia un business». Di fronte a una dichiarazione del genere però, molti potrebbero però storcere il naso, dal momento che ci sono società che fatturano dai 5 ai 6 miliardi di dollari l’anno, solo per la vendita di vaccini.

Il controparere

In questo senso infatti, sono importanti le parole di Raffaele Cantone, Presidente Autorità Nazionale Anticorruzione: «Il conflitto d’interesse esiste e stiamo cercando di porvi fine.

Chiaro che ci deve essere un collegamento fra ricerca e farmacologia. La ricerca serve ad individuare nuovi farmaci e a stimolare le attività scientifiche, ma tutto questo va fatto con regole trasparenti, senza prescrizioni indebite per favorire chi produce farmaci». Dall’inchiesta condotta poi, s’è presunto che a beneficiare di questi soldi ci sarebbero anche le fondazioni politiche, ma per mancanza di elementi non è stato possibile proseguire con le indagini. Ad ogni modo, è affiorato che la stragrande maggioranza delle istituzioni di partito hanno posto un mistero sull’entità e l’origine del proprio denaro. «Reticenza sulle cifre? Noi purtroppo non abbiamo una normativa accettabile», continua Cantone, «Le fondazioni e le associazioni, sono regolate dal codice civile come se si trattassero di organizzazioni no profit, per cui c’è bisogno assoluto di una regolamentazione soprattutto per quelle fondazioni che si occupano di attività economiche e politiche per evitare meccanismi pericolosi come i conflitti d’interessi e quindi fatti di #corruzione.

Chi finanzia infatti, potrebbe avere un doppio scopo per cui è giusto restare molto vigili».

via BlastingNews

Vaccini SI, Vaccini NO…? – Purtroppo il nostro vero problema è una classe politica di bestie. Una classe politica che con stupida arroganza impone il vaccino anziché educare la Gente al suo uso, ottenendo così il peggiore risultato possibile.

Vaccini

 

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

Vaccini SI, Vaccini NO…? – Purtroppo il nostro vero problema è una classe politica di bestie. Una classe politica che con stupida arroganza impone il vaccino anziché educare la Gente al suo uso, ottenendo così il peggiore risultato possibile.

 

Premesso che sul nostro blog trova voce sia chi è pro che chi è contro i vaccini, una volta per tutte vorremmo chiarire la nostra posizione. Dice Gino Strada: “Un genitore che non vaccina i propri figli è un irresponsabile totale”. Ed ha quasi ragione.

I vaccini sono utili e necessari.

Quello che sta né in cielo né in terra è l’irresponsabile comportamento del Ministro Lorenzin e del Governo che in modo arrogante impongono con la forza (direi addirittura con violenza) i vaccini.

Insomma non vogliono educare i cittadini al vaccino, ma glie lo vogliono imporre.

E imporre in tutti i modi. Inventando epidemie che non esistono, nascondendo o negando fino alla morte effetti collaterali che indubbiamente esistono e possono essere anche abnormi, non chiarendo i motivi delle loro scelte…

Risultato? Dare voce e soprattutto argomenti validi e reali ai cosiddetti “complottisti”

– 12 vaccini obbligatori non li ha nessuno al mondo (finora il record era nostro a pari merito con la Francia, con 4 vaccini). Dando un occhio alla nostra storia in tanti avranno pesato quello che ha detto senza peli sulla lingua Sibilia del M5s: c’è un interesse privato! Non è così? Ma il Governo fa di tutto per farcelo credere. Avete fatto caso che ad oggi NESSUNO ha spiegato chiaramente perchè 12 vaccini? Quali sono, dati alla mano, i motivi di tale scelta. La Gente non sa manco quali sono i vaccini obbligatori.

– Negare gli effetti collaterali, reali e in taluni casi gravissimi, rafforza le teorie anti-vaccini. Dire che il vaccino non comporta rischi di autismo, quando siamo a conoscenza di casi reali, lo Stato è già stato costretto a pagare i danni e sui bugiardini se ne fa menzione, fa nascere sospetti molto più che legittimi.

Alla Gente va detta la verità. La Gente se l’aspetta, soprattutto dallo Stato.

Ci spieghino con onestà a cosa servono i vaccini, quanto siano necessari e con altrettanta onestà ci spieghino quali sono i rischi che corrono i nostri bambini. Ci convincano che alla fin dei conti sono maggiori i rischi che si corrono a non vaccinare che a vaccinare. Quasi sicuramente sarà così, ma Lorenzin & C. fanno di tutto per non farsi credere.

E poi la cosa che più ci fa incazzare. Negare ad oltranza sempre, anche contro l’evidenza (come un marito fedifrago) che il vaccino possa avere effetti indesiderati, consente alle Case Farmaceutiche di risparmiare tanti bei soldini per il miglioramento del prodotto.

Morale della Favola? Sono proprio Lorenzin & C. che stanno creando il diffuso sentimento anti-vaccino accompagnato da tanta, tantissima (molto probabilmente ingiustificata) paura che pervade ormai la nostra Gente.

Il vero disastro sono loro e solo loro. Gente del tutto incapace di fare ciò che è chiamata a fare.

Quando ce ne libereremo?

By Eles