Nel silenzio più assoluto dei media, continua la lotta – I cittadini pugliesi sbarrano la strada al gasdotto Tap… perché è vietato parlare di questa protesta?

 

gasdotto

 

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

Nel silenzio più assoluto dei media, continua la lotta – I cittadini pugliesi sbarrano la strada al gasdotto Tap… perché è vietato parlare di questa protesta?

La Lotta del Salento continua!

Centinaia di militanti no tap, ieri,  hanno bloccato la strada provinciale Lecce – Melendugno, impedendo l’ingresso al cantiere a due betoniere appartenenti alle ditte che lavorano per Tap.

Le betoniere trasportavano il calcestruzzo per “la realizzazione dei pali secanti nel pozzo di spinta nel cantiere in località San Basilio“. Così riportano i giornali locali “Una volta completato il pozzo di spinta è prevista l’entrata in azione della grande talpa meccanica che scaverà sotto terra e sotto il fondale marino fino a 900 metri circa dal punto della battigia.“

La risposta delle forze dell’ordine al blocco stradale e contro chi lotta per difendere il proprio territorio da mafia, devastazione ambientale e strapotere delle multinazionali,  è stata ancora una volta quella di presentarsi con decine di blindati e uno spiegamento di uomini a dir poco notevole.

Ma questo non è bastato e i no tap hanno continuato per ore ad occupare la strada.

Così anche ieri, Tap non ha potuto portare avanti i lavori e il Salento ha gridato ancora una volta: No Tap!  né  moi né  mai!

Questa è la notizia.

Ma la cosa che sconcerta è che ormai lo Stato ha imposto il SILENZIO sulle vicende della Tap. Vietato parlare della protesta.

Qualcosa di simile si ricorda all’epoca del regime fascista, quando il duce in persona ordinava il silenzio su faccende scomode, che potevano creare fastidi al regime.

Oggi come allora i media si girano dall’altra parte mormorando OBBEDISCO…!

 

  • staff Zapping

L’Italia – lo strano Paese dove nessuno si suicida più, ma la popolazione è decimata dal Morbillo… O almeno così ci fanno credere i media del Regime…

Morbillo

 

 

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

L’Italia – lo strano Paese dove nessuno si suicida più, ma la popolazione è decimata dal Morbillo… O almeno così ci fanno credere i media del Regime…

Avete notato che in Italia non si suicida più nessuno? Da quando? Dagli ultimi dati di due anni fa quando i disastri del Governo Renzi portarono la gente alla disperazione!

Quindi i media di Regime hanno deciso, per dare una mano al cazzaro di stato, di uccidere ancora una volta i 350 DISPERATI CHE OGNI MESE SI AMMAZZANO IN ITALIA.

350 al mese, ma per i media NIENTE DI NIENTE…!

Ma in fondo che sono 350 morti al mese di fronte alla più sanguinosa epidemia della storia, in confronto alla quale la Manzoniana Peste era solo un gioco: IL MORBILLO!!

Per i media il MORBILLO sta devastando l’Italia… Non li vedete intorno a voi? Di continuo in strada, proprio intorno a voi, c’è gente che stramazza al suolo stroncata da un attacco acuto di Morbillo. Interi paesi azzerati. La popolazione decimata…

È quello che ci dicono i media perchè chi di dovere deve compiacere le lobby del Farmaco, Glaxxo in primis, e meritarsi i Rolex che ostentano.

Orwell quando si inventò il Grande Fratello di “1984” era solo un ingenuo…

Continuate così… Continuate a farvi prendere per il culo…

(N.b. i casi di Morbillo di questo 2017 sono in linea con la media degli ultimi 10 anni)

by Eles

Esempio di notizia che IL REGIME ha vietato di diffondere:

LAVORATORE ITALIANO LICENZIATO DALLA DITTA, SI IMPICCA (LASCIA MOGLIE E 2 FIGLI)

BRESCIA – Un quarantenne bresciano si e’ tolto la vita all’interno dell’azienda che proprio pochi giorni fa lo aveva licenziato. Avrebbe dovuto lasciare il lavoro a fine mese anche se non sembra ci sia solo questo alla base del tragico gesto. L’uomo ha infatti lasciato un biglietto dove spiegherebbe di essersi suicidato perche’ in crisi con la moglie. Era padre di due figli, un maschio di 16 anni e una bambina di otto. E’ accaduto a Villanuova sul Clisi, in provincia di Brescia. L’uomo si e’ impiccato prima delle otto di questa mattina ed e’ stato trovato dai colleghi. Tuttavia, sono in aumento i gesti disperati di italiani che perdono il lavoro e vengono abbandonati dalle istituzioni pubbliche, invece prodighe di denaro e aiuti concreti nei confronti degli africani che continuano ad essere portati in italia dalla Libia. Nel 2017 il governo Pd ha stanziato almeno 4,5 miliardi di euro per loro. Solo per loro.