Più zucchero e meno nocciole: come hanno cambiato la ricetta della Nutella all’insaputa del consumatore!

Nutella

 

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

 

Più zucchero e meno nocciole: come hanno cambiato la ricetta della Nutella all’insaputa del consumatore!

Più zucchero meno nocciole: cambia la ricetta della Nutella

La crema alle nocciole spalmabile più famosa al mondo cambia ricetta. La Nutella avrà più zucchero e latte in polvere  e meno cacao e nocciole.  La Ferrero avrebbe confermato il cambio di ricetta, precisando però che qualità e gusto della Nutella rimangono invariati e che l’azienda periodicamente introduce piccole modifiche.

In tal caso le modifiche riguarderebbe la quantità di zucchero, il 55,9% rispetto al 56,3% di prima, e di latte in polvere, l’8,7% contro il 7,5% della precedente ricetta. E dalla società di Alba si affrettano a dire che nulla a livello di gusto cambierà, in rete monta la protesta.

Come avete potuto cambiare la ricetta. Pensavamo non fosse possibile fare una cosa del genere“, scrive un consumatore su Twitter come riporta Il Corriere della Sera.

Sono state le associazioni dei consumatori ad accorgersi di qualcosa di diverso nella Nutella che si trova oggi sugli scaffali dei supermercati in particolare il colore hanno più chiaro.

“Visto che il colore della nuova Nutella è più chiaro, stiamo lavorando sul presupposto che il latte scremato in polvere è stato aggiunto a spese del cacao.

La Nutella recentemente è entrata nel mirino dell’agenzia ungherese per la sicurezza alimentare, che ha detto che i vasetti della crema di nocciole venduti in Ungheria sembravano “meno cremosi” rispetto a quelli venduti nella vicina Austria. La Commissione europea ha dichiarato che a settembre prossimo darà agli Stati membri un milione di euro per contribuire a migliorare i test di comparazione dei prodotti per individuare le differenze di qualità.

 

fonte: varie dal Web

Sale, il killer ingannatore: ecco cinque tra cibi più salati che proprio non ti aspetteresti mai …Sconcertante!

Sale

 

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

.

Sale, il killer ingannatore: ecco cinque tra cibi più salati che proprio non ti aspetteresti mai …Sconcertante!

sale fa male, ormai lo sanno anche i bambini. Ma anche se si fa attenzione a ridurne le quantità in cucina, molto spesso il sale si nasconde in alimenti considerati insospettabili.

L’eccessivo consumo di sale provoca l’aumento della pressione e favorisce malattie cardiovascolari, infarto del miocardio e ictus cerebrale, ma è associato anche ad altre malattie cronico-degenerative, come i tumori dell’apparato digerente, l’osteoporosi e la malattia renale cronica.

Limitare l’utilizzo del sale è utile ma non basta se si considera che gran parte del sale che consumiamo ogni giorno proviene dai prodotti alimentari presenti sul mercato, dal pane ai formaggi.

1. Cioccolata calda

Ebbene sì. Pensando a una bella tazza bollente, la prima cosa che ci viene in mente è lo zucchero. Ma la cioccolata contiene anche tanto sale, il cui sapore è ovviamente nascosto dallo zucchero.

2. Cereali per la colazione

Una porzione di cornflakes Kellogg contiente 0,34 grammi di sale, la stessa quantità trovata nei cereali più dolci, come quelli al caramello ad esempio.

3. Insalate preconfezionate

Inutile dire che farsele da soli è decisamente la soluzione. Ciò vale ancora di più se si considera che alcune insalate contengono tantissimo sale.

4. Maionese

Anche la maionese contiene troppo sale. Forse non è proprio tra gli insospettabili ma magari ad essa è solitamente associata una grande quantità di grassi. Come sempre, il nostro consiglio è di preparla in casa.

5. Hummus e creme di formaggio

Il formaggio è certamente un alimento saporito ma le creme lo sono ancora di più. Anche l’hummus acquistato nella grande distribuzione contiene troppo sale. Meglio prepararlo in casa abbondando di spezie e aromi, non credete?

Cosa si può fare inoltre per ridurre il consumo di sale?

  • Leggiamo sempre le etichette
  • Scegliamo gli alimenti che ne contengono meno, meglio se a basso contenuto di sale, cioè inferiore a 0.3 grammi per 100 g
  • Riduciamo il sale a tavola preferendo il sale marino integrale, le spezie, le erbe aromatiche
  • Riduciamo gli alimenti trasformati ricchi di sale (snack salati, patatine in sacchetto, alcuni salumi e formaggi, cibi in scatola)
Importante, nel primo anno di vita evitare il sale nelle pappe dei bambini.

Francesca Mancuso

tratto da: https://www.greenme.it/mangiare/alimentazione-a-salute/23382-sale-nei-cibi

Attenzione – La scienza in soccorso dei golosi: Più cioccolato si mangia meno grassi si depositano sul corpo…!

 

cioccolato

.

seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping

.

.

 

Attenzione – La scienza in soccorso dei golosi: Più cioccolato si mangia meno grassi si depositano sul corpo…!

Più cioccolato si mangia meno grassi si depositano sul corpo

Studio mostra che non fa ingrassare

Il cioccolato non fa ingrassare: il più grosso studio mai condotto finora su un campione di adolescenti europei mostra che al crescere dei consumi di cioccolato diminuiscono i grassi totali distribuiti sul corpo dei giovani (grasso superfluo distribuito su tutto il corpo e in particolare sull’addome), indipendentemente dall’attività fisica svolta e dalla dieta dei giovani.

E’ quanto dimostra uno studio condotto presso l’Università di Granada e pubblicato sulla rivista Nutrition. Lo studio fa parte del progetto HELENA (Healthy Lifestyle in Europe by Nutrition in Adolescence), finanziato dall’Unione Europea.

Gli esperti hanno monitorato i consumi di cioccolato di quasi 1500 adolescenti di sei paesi europei e visto che, indipendentemente da alimentazione ed attività fisica svolta, il consumo di cioccolato è inversamente proporzionale ai grassi corporei, stimati e misurati in vario modo (attraverso l’indice di massa corporea, il girovita e una misura particolare che si fa chiamata ‘analisi della bioimpedenza’). Insomma più cioccolato consumavano, meno grassi erano i giovani.

Secondo gli esperti il motivo è da ricercarsi negli antiossidanti del cioccolato, le catechine, che potrebbero favorire la salute corporea e un corretto metabolismo, compensando il contenuto calorico del cioccolato.

fonte: Ansa

http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/alimentazione/2013/11/08/Piu-cioccolato-mangia-meno-grassi-depositano-corpo_9587129.html